venerdì 24 novembre 2017

Nell’Europa troppo secolarizzata alligna l’islamismo fanatico

Nell’Europa troppo secolarizzata alligna l’islamismo fanatico

Autore: Tike.news Redazione/mercoledì 7 giugno 2017/Categorie: INCHIESTE

Inghilterra, Francia, Belgio e Germania sono i quattro paesi europei più colpiti dal terrorismo. Secondo i numeri delle Terror watch list, la prima ospita 23 mila islamici radicali, la seconda 15 mila. In Belgio ce ne sono 19 mila e in Germania 10 mila

Valuta questo articolo:
2.0
Numero di visite (4403),Commenti (0)
Inghilterra, Francia, Belgio e Germania sono i quattro paesi europei più colpiti dal terrorismo. Secondo i numeri delle Terror watch list, la prima ospita 23 mila islamici radicali, la seconda 15 mila. In Belgio ce ne sono 19 mila e in Germania 10 mila.

“Il primo a denunciare che nei fortini del multiculturalismo britannico stava crescendo un’armata di fanatici antioccidentali – scrive Giulio Meotti su Il foglio quotidiano – fu un vescovo anglicano, Michael Nazir-Alì, il più giovane della storia della Chiesa d’Inghilterra”. Quindici anni fa, Tony Blair fu chiamato a scegliere il successore di Lord Carey, a Nazar Alì fu preferito il gallese Rowan Williams.

Nazar-Alì, figlio di un musulmano convertito al cristianesimo ha vissuto il “doppio fuoco del fondamentalismo islamico”, prima da pastore in Pakistan e poi in Inghilterra dove girava scortato da quando gli islamisti lo minacciarono di morte. “La ghettizzazione e la segregazione delle comunità islamiche in tutta Europa ha dato l’opportunità all’estremismo islamico di radicalizzarsi nelle moschee, nelle scuole e nelle prigioni “,dice il vescovo Nazar-Alì a Giulio Meotti.

“La democrazia – continua- non è sufficiente in sé, come è successo nell’Europa degli anni Trenta. Dicono <<tolerance>>, ma questa ha portato ai problemi che vediamo oggi”. E ancora più forte suonano queste parole del vescovo: “Il jihad è un dovere fisico o culturale nell’Islam. Devono aprire il mondo alla propagazione dell’Islam. Pensano che l’occidente esporti la sua decadenza nei paesi islamici. Nei loro ghetti inglesi non consentono alcol, droga, pantaloni corti e così via.Odiano tutto ciò che non è musulmano, non soltanto l’occidente, ma anche gli yazidi, gli hindù, gli ebrei, gli alawiti”.

“Stiamo perdendo la guerra: c’è un flusso impressionante di rifugiati in Europa senza alcun controllo, - conclude- imam radicali proliferano creando una sottocultura antioccidentale ...”. Cosa dovrebbe fare l’Europa? Deve riscoprire se stessa superando il secolarismo, ormai insufficiente.

Please login or register to post comments.

Il tuo nome
La tua email
Soggetto
Aggiungi un tuo messaggio...
x

Articoli in evidenza

Redazione

Direttore Responsabile
Lucia Casamassima 

Reg. Trib. di Bari
Num. R.G. 3219/2015
Reg. Trib. di Matera
Num. R.G. 3/2017

Perché Tike.news

Raccontare, approfondire, capire ciò che accade intorno a noi. Con le parole e con le immagini. Ma soprattutto con la testa, e anche con il cuore. Questo è l'obiettivo, semplice e grandioso, di questo giornale.

Tike Media srl

Società editoriale, detentrice del marchio e prodotto tike, tike.news.

Capitale Sociale 20.000 € i.v.
P.IVA IT 07783420727
REA: 581429 - BARI
REA: 90668 – MATERA
[email protected]


Resta informato,
seguici sui social network!
Copyright 2017 by Tike Media srl Termini Di Utilizzo Privacy